Notizie

Come saranno le case del futuro in Italia? Ecosostenibili e hi-tech

Quando si pensa alle case in cui abiteremo nei prossimi decenni si è soliti associare il progresso tecnologico nell’edilizia a soluzioni di design dal grande impatto visivo che però rendono poco accoglienti gli ambienti in cui si dovrebbe vivere.

Le più recenti ricerche sulle smart home, le case intelligenti, dimostrano che non è così, anzi: le case del futuro dovranno essere green e hi-tech allo stesso tempo, cioè meno inquinanti, più vivibili e fornite di accessori che migliorano il comfort.

Per avere un’idea sull’argomento è utile consultare l’infografica Come saranno le case del futuro? che illustra le ultime novità nel settore della bio-edilizia e della domotica evidenziando i vantaggi che deriveranno dai nuovi materiali e dispositivi ideati per edifici e abitazioni.

L’infografica è opera di Mam Ceramiche, azienda di Roma specializzata in rivestimenti, pavimenti, infissi e arredo bagno, sempre attenta agli sviluppi del settore.

Per comprendere meglio come cambieranno le case dei prossimi decenni, è utile distinguere le due facce della stessa medaglia: l’ecosostenibilità, che sarà possibile grazie a rivestimenti naturali e a prodotti innovativi che riducono l’inquinamento e lo spreco energetico, e la componente “smart”, ovvero la presenza di accessori e dispositivi che consentono di automatizzare tantissime funzioni, incrementando tanto la confortevolezza della casa quanto la sicurezza.

Smart home, il futuro è già qui

Dall’infografica si evince che sono già stati inventati materiali ecologici da impiegare in fase di progettazione di una casa: Eco Glass, ovvero un mosaico derivato dal vetro di vecchi monitor di pc e schermi di televisori, che consente originali soluzioni di design con un minime emissioni di CO2, oppure l’ardesia ceramica, che riproduce l’effetto dell’ardesia naturale e garantisce impermeabilità e resistenza al gelo per oltre 50 anni.

Oltre a ciò, la domotica sarà l’elemento essenziale di qualsiasi abitazione, perché tutti gli elettrodomestici saranno connessi e saranno dotati di funzioni per il risparmio energetico e per il supporto in tutti i sensi: il frigorifero con assistente personale, ad esempio, presentato al CES di Las Vegas, è sempre connesso per aiutarci a cercare ricette, a riprodurre musica mentre cuciniamo e a compilare la lista della spesa, grazie all’assistente vocale e a un comodo schermo LCD d 33”.

L’Italia sta iniziando a crescere in questo campo, poiché il giro d’affari delle smart home è incrementato del 23% in un anno, segno che lo sviluppo di nuove soluzioni in questo ambito potrebbe avere effetti positivi anche sull’occupazione, un dato decisamente beneaugurante per il futuro.

FONTE: giornaledellepmi.it

Leave a Reply